lunedì 27 gennaio 2014

I'm sooooo Sorry...

Ci sono delle situazioni in cui scusarsi di persona è complicato, magari per la distanza, magari per le circostanze avverse, o forse perché dall'altra parte si trova solo una porta chiusa.

A volte scusarsi di persona costa semplicemente imbarazzo.

Questa Domenica la Pippi ha dato il meglio di sé con i capricci, quelle scenate tipiche dei bambini di tre anni che vogliono metterti alla prova e ti portano al limite della tua pazienza, quelle sedute teatrali in cui nessuno, tanto meno la commediante, sa spiegare dove ha imparato a recitare così bene e con tutto quel pathos...ancora non mi do una ragione, nelle nostre famiglie non ci sono attori di alcun genere!

Vi sto parlando di quei capricci che iniziano la mattina e finiscono la sera, in genere quando i bambini posseduti dal diavolo si addormentano dolcemente tra le braccia di Morfeo, quei capricci che influenzano l'umore di tutto il resto della family e di conseguenza il naturale equilibrio familiare di una soleggiata e calda domenica di Gennaio va a farsi benedire.

Quei capricci che sono senza senso, che non hanno né capo né coda, quei capricci per cui non c'è angoletto o sculaccione che tenga, quei capricci che io non sopporto proprio e mi chiedo sempre perché me li merito.

La mia pazienza questa domenica è stata messa a dura prova, ne sono uscita vincitrice sappiatelo, ma è stata una domenica lunghissima, e grazie a Dio oggi è lunedì.

Ripensando a mente fredda alla giornata trascorsa sento di dovermi scusare con quei santi dei nostri vicini di casa. Loro sono una famiglia del tutto tranquilla, direi proprio serena, non ci è mai capitato di sentire una voce alta o un rumore molesto, sono i tipici vicini di casa ideali.

Ora, non che domenica a casa nostra ci fosse stata una partita allo stadio, ma un NO! BASTA! a voce alta mi è scappato e per di più alle 8 del mattino.. Il quieto vivere e il buon vicinato è sempre stata una caratteristica di via Alessi 104, credo proprio di aver sbagliato e di dovermi scusare con la famiglia idilliaca che ci abita sotto.






busta&biglietto 100% handmade
aggiungo un salame comprato in fattoria

Mio marito ancora non lo sa, ma questa sera gli spetta una consegna speciale, una di quelle consegne che si fanno a orecchie basse... 


Lucia

2 commenti:

  1. Che brava! Troppo carina con i tuoi vicini,, magari avere una vicina di casa come te! E poi quel biglietto e' davvero delizioso!
    Arianna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mio marito è rientrato da poco, l'ho mandato a fare il postino...mi sembra sano e salvo!!

      Elimina