mercoledì 15 gennaio 2014

Never say Never

Nicoletta un giorno mi scrive un messaggio:
"ho un'idea per te, potresti essere la persona giusta".

Wow penso io, e mentre muoio dalla curiosità di sapere compongo il numero e la ascolto.

Davvero lusingata lascio che le sue parole riempiano il mio orgoglio e subito mi metto a disposizione.

In realtà dopo poco mi faccio assalire da diversi timori, pensando di non poter essere la protagonista ideale di questa sua idea perché mi considero ancora davvero agli inizi, 
quindi la mia paura diventa quella di fare e di far fare la classica pessima figura.

Ci rimugino un po' su e con un po' di dubbi lascio che le cose accadano.

Qualche giorno dopo mi arriva la tanto attesa telefonata di

Enrica è una ragazza che lavora nel campo della formazione e selezione del personale,
una di quelle ragazze che si sono fatte da sole attraverso grandi sacrifici, difficoltà, colpi di genio, esami, partite vinte e perse.
Una di quelle ragazze che dello sport ha fatto il filo conduttore della sua vita.

Al telefono siamo entrate subito in sintonia, d'altronde anch'io sono un'amante del gioco di squadra, e di minuto in minuto, senza nemmeno rendermene conto ho risposto alle sue domande con grande naturalezza, senza disagio o segni di difficoltà.

Ogni 5-15-25 del mese Enrica introduce nel suo sito diversi approfondimenti, recensioni di libri e interviste a persone giovani, in erba, che in qualche modo si sono distinte e sono emerse tra la folla.

Oggi, 15 gennaio 2014, tra quelle persone ci sono anche io.
Enrica vi spiega meglio chi sono, cosa ho fatto fino a ieri e come sono finita qui.

Ripercorrere un pezzo della propria vita a volte fa davvero bene, a maggior ragione se ad aiutarti c'è una persona davvero speciale come lei.

Mai avrei pensato che mi sarebbe potuto succedere per una web intervista...
è proprio vero, never say never!!

Grazie Enrica per l'opportunità e grazie Nicoletta per aver pensato a me.


Lucia



4 commenti:

  1. Complimenti bella tu e bella intervista!
    Arianna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Arianna,grazie mille!

      tu sei una web mamma di due gemelli...a te andrebbe fatto un monumento!!

      Elimina
  2. Il messaggio più bello della tua intervista è racchiuso in questa frase: "è proprio in un clima di difficoltà che, chi si differenzia dagli altri con umiltà e intraprendenza, trova il successo".

    RispondiElimina