martedì 30 settembre 2014

Il rito della tisana

Ho dato ufficialmente il via ad uno dei riti che più preferisco durante la stagione autunnale: 
il rito della tisana.

Questo è un rito sacro santo da gustare dopo cena, quando le bimbe sono a letto e la digestione è iniziata.

Mi piace bere una buona tisana anche in compagnia, oppure in solitaria davanti al mio amatissimo mac o di fronte ad una strepitosa puntata di Grey's Anatomy, per i periodi più freddi purtroppo la mia casa non prevede un caminetto, ma plaid e calzettoni di lana a volontà.

Il gusto che al momento preferisco è quello dei frutti di bosco, arancia e cannella lo tengo per Dicembre, ma l'infuso di mela, fiori di Karkadè, frutti di rosa canina, mandorle, corteccia di cannella e bacche di vaniglia lo adoro.
Il profumo che lascia in tutta la stanza lo ritrovo anche al mattino e la rilassatezza con cui vado a letto è impagabile.

Per la festina della Pippi avevo acquistato nel negozio on line Decochic
delle etichette effetto lavagna che ho già riutilizzato diverse volte, ma mai come in questo caso mi sono risultate tanto utili.


Le scritte si possono cancellare ogni volta che lo si desidera, e le etichette sono quelle del tipo attacca e stacca, questo significa che posso scrivere il nome del gusto di infuso ogni volta che ne aggiungo o cambio uno alla mia collezione, e a seconda della quantità che compro attaccare l'etichetta nei vasetti più idonei.




Qual'è il vostro gusto preferito?
Ne avete uno da consigliarmi?

Buon momento tisana,
Lucia

2 commenti:

  1. Fuoco del caminetto lo adoro! Io ti consiglio il gusto mango! Se lo "spacciatore' e' lo stesso mio non te ne pentirai! :)

    RispondiElimina