lunedì 15 dicembre 2014

Flow Magazine International

Già alla terza pagina del mio primo numero di 
avevo capito che mi ritrovavo di fronte ad una perla rara di cui mi sarei innamorata al punto tale da correre ai ripari subito e abbonarmi via web.

Se mi seguite da tempo avrete capito che per me acquistare riviste è fondamentale tanto quanto avere una lunga lista di blog all'avanguardia da seguire.


Nelle riviste cerco ispirazione, nuove idee, link utili, belle foto, colori appaganti, storie da leggere...insomma tutto quello che di bello trovo nel web, mi piace trovarlo in un concentrato di pagine di carta da sfogliare.
Pagine che ti lasciano un senso di positività dentro.

Non tutti i magazine che si trovano nelle edicole rispondono al 100% delle mie esigenti richieste,
ma con Flow Magazine International faccio Bingo.


Se ancora non lo aveste capito, vi sto introducendo la rivista top dell'ultimo secolo.
I contenuti, la texture delle pagine, le foto, le interviste, gli spunti da prendere, gli inserti, i gadget in regalo, il loro amore per la carta, lo spirito internazionale. 
Tutto perfetto. 
Anzi di più. 



Perché ogni numero di Flow Magazine in mio possesso ha superato le mie aspettative, e nonostante il prezzo possa spaventare io vi posso confermare che sono 15€ tutti super-mega-stra-iper meritati.

La grafica è pazzesca,
sfogliare ogni pagina è un piacere, e una volta arrivati alla fine si ricomincia dalla pagina numero uno, perché sono tanti i dettagli diversi che ti distolgono dalla lettura.
Io per lo meno, non voglio perdermi niente, quindi ogni singolo numero lo leggo e lo rileggo diverse volte.
E ogni volta con un gusto indescrivibile.



I racconti da leggere sono davvero interessanti e per certi aspetti incredibili, 
si parla di storia, di attualità, di idee.
Lo staff che partecipa alla stesura di ogni numero è fatto di persone di talento, magari di primo acchito sembrano anonime, ma di fatto si trasformano in persone talentuose per quello che scrivono e per come lo scrivono.

Ci sono piccoli spazi che raccontano cose curiose che scovano in tutto il mondo, si parla di carta, di pittura, di instagram, di libri, di app, di città, di arredamento.
Di come si possano fare le cose in un modo diverso facendo scelte nuove.
Si raccontano storie di piccole felicità, di vita quotidiana e di quanto sia bello fare le cose senza cercare sempre la perfezione.

Si parla di tutto, ma con un piglio internazionale che ti rapisce subito.
E tutto con una personalità che appartiene solo a Flow Magazine.
Personalità' davvero inconfondibile.



Dimenticavo di dirvi che è scritto in inglese ovviamente, perché questa rivista proviene da uno dei posti più avanti che esista in Europa: 
Amsterdam. 
#chetelodicoafare

Per esperienza vi scrivo che in Italia non lo trovate nelle edicole, 
potete anche provarci se volete, ma è tutto tempo buttato.
 O meglio, se doveste riuscirci andate subito a giocare i numeri, una botta di culo di questo tipo può solo portare ad un'altra potenziale vittoria.


Potete trovare tutti i singoli numeri nel sito web di
potete anche abbonarvi ed acquistare molto di più:
agende, numeri speciali, app e calendari.

Oppure potete rivolgervi a Chiara di Il castello di Zucchero 

Babbo Natale potrebbe farvi un regalo gradito!


Flow
a Magazine
for paper
lovers

Lucia

Nessun commento:

Posta un commento