venerdì 30 gennaio 2015

Calendario Mese di Febbraio

Ohhhhhh là.
Questo è uno di quei post che mi riempiono di orgoglio.
Innanzitutto perché ho affrontato una paura di nome Photoshop e voglio spiegarvi come,
poi perché finalmente posso farvi un regalo fatto con le mie mani.

Ma andiamo con ordine...

Seguo il blog di Carmen da sempre, 
si chiama Mi low cost Blog
è un blog spagnolo e spero che tra di voi ci sia qualcuno che lo parli!
Tranquilli, se così non fosse buttateci ugualmente l'occhio, non ne rimarrete delusi!

Carmen ne sa sempre una più degli altri, è estremamente precisa, parla e scrive molto bene, ha idee divertenti e non appena ha aperto il suo corso on-line di Photoshop ad un prezzo lancio io non ci ho pensato due volte e... Apuntada!!

Questo corso è strutturato molto bene, c'è un numero massimo di partecipanti, c'è un blog riservato da cui scaricare le lezioni, c'è un calendario specifico fatto di tutorial, lezioni teoriche, pratiche, esercizi, video di supporto, e una pagina Facebook grazie alla quale è possibile confrontarsi.
Carmen ovviamente è sempre presente e risponde a qualsiasi dubbio o difficoltà.

Il fatto che sia un corso on-line ti permette di seguire le lezioni con le tue tempistiche,
io fino ad ora sono stata abbastanza al passo, anzi a dirla tutta siamo quasi alla fine, ammetto anche che lo spagnolo per me non è un problema, ma vi garantisco che fino a due mesi fa il mio approccio a Photoshop era di puro timore.
Confesso che erano più le volte che volevo lanciare il computer rispetto a quelle in cui ci capivo qualcosa!

Oggi vi lascio con questo calendario del mese di Febbraio fatto tutto con le mie mani!
(quello di Gennaio non ho avuto il coraggio di metterlo on-line!!!).

Potete scaricare la versione salvaschermo o lo stampabile,
 è sufficiente cliccare sopra al link di riferimento e scaricare! 

Versione stampabile



Versione salvaschermo

Spero vi piacciano,
io ci ho messo molto amore come peraltro richiede il mese di Febbraio, i colori li ho scelti pensando ad un'amica a cui voglio davvero bene, quindi nell'insieme sento di non aver sbagliato!!!

Buon weekend a tutti,
Lucia


mercoledì 28 gennaio 2015

#52 Foto Di Voi / 33

Il progetto #52fotodiVoi continua ad andare avanti, non sono sempre puntuale perché l'idea iniziale era quella di riuscire a postare una foto a settimana delle mie bambine anche solo sulla mia pagina IG, ma spesso succedono tante cose anche imprevedibili per cui le foto rimangono nella libreria...

Oggi ho deciso di mostrarvi le mie bimbe durante l'ora del bagnetto, perché dovete sapere che Bubbles Before Bed è nato proprio osservandole sommerse di schiuma e acqua spesso colorata.


Il momento del bagnetto per loro è sinonimo di puro gioco.
A volte basta un bicchiere di plastica, un pesce di gomma e dopo 5 minuti si ritrovano nel laboratorio di un mago che fa pozioni magiche o nei fondali più profondi in cerca di tesori nascosti.



In questo spazio ristretto la loro fantasia vola come non mai.
E io adoro ascoltarle mentre seduta su una loro seggiolina navigo nel web o rispondo a qualche mail.



Abbiamo iscritto Camilla e Isotta in piscina all'alba del loro terzo mese e mezzo, a 18 mesi hanno iniziato a nuotare da sole senza alcun sostegno e oggi sono dotate di un'acquaticità del tutto invidiabile.
Per evidenti motivi in vasca non possono muoversi come in una piscina, quindi il loro gioco è raccontato a voce alta e io mi faccio trasportare dalla loro fantasia.
Quando sono particolarmente stanca mi gioco la carta del bagnetto, riempio la vasca, le metto dentro e io in mezz'oretta recupero le energie!


Il problema arriva quando scatta il momento del "togli il tappo!",
non uscirebbero mai dalla vasca, spesso e volentieri devo inventarmi qualche scusa plausibile e convincente!




Credo proprio che quest'estate al mare ne vedrò delle belle!

Lucia

lunedì 26 gennaio 2015

Peggy Journal numero 3

Prima di iniziare a scrivere questo post ci tengo a fare una premessa, perché sono sicura che qualcuno potrebbe parlare di conflitto di interessi!
Il fatto che Bubbles Before Bed abbia avuto uno spazio nel terzo numero di Peggy Journal,
non incide in alcun modo in quello che sto per scrivere, e vi prego credetemi, perché nelle pagine del mio blog non ho mai scritto nulla di imposto tantomeno di consigliato.
In questo blog vige la regola di scrivere solo quello che voglio io, e per di più solo se ne ho voglia e se lo ritengo opportuno.


Lo dimostra il fatto che forse proprio a proposito del primo numero di Peggy ho scritto con occhio critico quello che mi era piaciuto e quello che mi aveva deluso (qui), quindi anche in questa occasione sarò sincera e farò una microscopica recensione in cui tutto quello che leggerete sarà scritto di mio pugno.

Siete liberi di crederci o meno e detto questo adesso entriamo nello specifico del terzo numero di Peggy Journal!



Le foto e gli styling come sempre mi piacciono molto, la copertina è davvero invitante ma i contenuti più di ogni altra cosa mi sono proprio piaciuti.

Lo trovo un numero più a portata di mano rispetto ai precedenti, apprezzo le interviste fatte a persone non troppo lontane dalle nostre vite, i diy fattibili perché facili e per niente costosi e anche i suggerimenti nell'arredamento usando i mobili Ikea...chi di noi non ha un pezzo ikea in casa?




L'allegria di Gaia Segattini si respira anche nei piccoli servizi e le stoffe di Supercut fanno venire voglia di trovare il giusto tessuto per dare forma alle proprie idee.
C'è uno spazio dedicato al web, uno alle ricette, uno ai libri da sfogliare con mani e occhi e uno allo shopping.






Insomma, mi è piaciuto di più rispetto ai primi numeri perché mi è sembrato più completo, come se si volesse affacciare davvero al mondo craft bussando alle porte di gente comune che ha una passione che non è solo fatta di lana e uncinetto.
E' fatta di blog, di e-commerce, di carta, di idee e tanti progetti.
E questo traguardo nel panorama dei magazine italiani secondo me è una grande vittoria!

...se tanto mi da tanto, aspettiamo di vedere il prossimo numero!

Nel frattempo ditemi,
avete avuto anche voi le mie impressioni?

Lucia


venerdì 23 gennaio 2015

#esonsoddisfazioni

Ci sono soddisfazioni nella vita che si godono solo quando si provano davvero.
E' probabile anche che dopo la goduria, si scoppi in un fiume di lacrime spinto dall'emozione di quel momento.

Ho pianto quando le mie bambine hanno iniziato a camminare,
ho pianto quando hanno iniziato a nuotare,
mi sono commossa alla loro prima recita,
e probabilmente sarà così anche al loro primo saggio di danza.

Ho pianto giovedì sera, quando in macchina ho aperto Peggy journal e ho trovato Bubbles Before Bed su carta stampata.
Quando si raggiunge un risultato dopo aver sudato 7 camicie, si tocca il cielo con un dito.

Sapevo che avere un blog e renderlo credibile non sarebbe stato un gioco o un hobby come tanti invece credono. 
Sapevo che avrei dovuto fare fatica a gestirmi i tempi, che spesso avrei dovuto scrivere di notte, scattare le foto di giorno durante i pisolini delle mie bambine e a volte sacrificare la vita familiare.

Perché quando la vita quotidiana e il lavoro coincidono negli spazi e nei tempi, è difficile riuscire ad essere equi. 
"La coperta è sempre corta" e mio marito questo lo ha imparato benissimo.

Quando però arriva un messaggio di gratitudine, un commento piacevole, un'azienda interessata, un trafiletto su Peggy Journal, proposte di collaborazioni,
vi garantisco che la gioia è tanta. 
Ma tanta davvero.

Perché significa che forse tutta la fatica che si fa, quello in cui si crede e si porta avanti ha un senso.
E non solo per me stessa, anche per più di qualcuno di voi.

Quindi oggi posso condividere con voi che siete la mia forza trainante, 
la mia felicità.
Pura gioia per gli ultimi risultati ottenuti.
E per quelli che arriveranno.

Grazie, ognuno di voi ha un merito e si meriterebbe una fetta di torta.



Grazie davvero,
Lucia

giovedì 22 gennaio 2015

Cos'è Paypal?

E' da diverso tempo che voglio scrivere questo post, perché spesso al momento della vendita nel mio negozio Etsy ricevo sempre la stessa domanda:
cos'è PayPal? 
Come funziona? Cosa devo fare? E' sicuro?
Il tutto con una buona dose di panico.


"L'evoluzione del denaro."

I contanti appartengono al passato. 
Oggi chiunque può inviarti denaro da smartphone tramite saldo PayPal o carta collegata al conto.

Tranquillo, non c'è da aver paura, si tratta semplicemente di un sistema di pagamento on line veloce e sicuro per acquistare, vendere o inviare denaro.

Anzi, fino ad oggi io lo considero IL metodo più sicuro in assoluto.

La sicurezza infatti consiste nell'effettuare transazioni senza condividere i dati della carta con il venditore. 
Sembra fantascienza, ma garantisco è pura realtà.


"Mantieni i tuoi dati al sicuro."

Tutto quello che ti serve è l'indirizzo email e la password del tuo conto PayPal.
Dimentica numeri di carta, date di scadenza e codici di sicurezza.

Come?
E' sufficiente iscriversi nel sito PayPal, inserire una mail e una password che serviranno poi per effettuare i pagamenti.
PayPal custodisce i dati relativi al conto corrente o carta di credito senza mai comunicarli al venditore. 
Una volta iscritto crei un conto virtuale che gestirai comodamente dal tuo divano in pochissimi clic.

"Semplice e veloce."


Milioni di clienti usano PayPal per un semplice motivo: è facile.

Inserisci solo email e password e in pochi clic il pagamento è completato



Tra l'altro la policy aziendale mette sempre la sicurezza del cliente al primo posto con monitoraggi antifrode 24h su 24 e avanzati sistemi di crittografia.
La tutela copre l’intero importo dell’acquisto (spese di spedizione incluse) se l’oggetto non viene recapitato o è significativamente diverso dalla descrizione. 
PayPal garantisce anche i venditori contro le perdite dovute ai reclami per pagamenti fraudolenti e oggetti non ricevuti.

"Pensiamo noi a proteggerti."

I tuoi dati personali e finanziari sono al sicuro sui nostri server.
Quando invii denaro con PayPal la transazione è controllata da un team antifrode 24 ore su 24.

Attenzione, non finisce qui:

  • Paypal rimborsa le spese di reso
  • l'invio di denaro ad amici e familiari è gratis per te e il destinatario se usi il saldo PayPal
  • scegli tu come pagare, se usare una carta, la prepagata PayPal oppure il saldo PayPal
  • puoi gestire tutto dal tuo cellulare
  • nessun costo di registrazione né canoni mensili
  • acquistare in euro è gratuito
  • tariffe vantaggiose per i venditori a seconda del volume di vendita 

Ecco svelato il mistero...accetto solo pagamenti via Paypal per tutelare voi e per tutelare me stessa!!

Mi hanno clonato la carta di credito per ben due volte di fila, e non vi racconto nemmeno la trafila per uscirne viva...

Iscriviti, bastano pochi passaggi e il gioco è fatto

Da quando uso paypal mi sento più sicura, acquisto (e vendo) con estrema serenità,
prova anche tu!


Lucia

lunedì 19 gennaio 2015

BBB e' tra i partners di DECOCHIC

...rulli di tamburi e suonino le trombe...

E' con vero piacere che oggi vi comunico che sono ufficialmente entrata a far parte del mondo Decochic!

Da qualche giorno c'è una nuova pagina nel sito di Decochic,
cliccate su  


e troverete Bubbles Before Bed in tutto il suo splendore ad aspettarvi!


Collaboro con Federica da diverso tempo e per diverse ragioni, ora però ufficialmente entro nel suo mondo per aiutare tutte quelle persone che avessero bisogno di un consiglio per organizzare la propria festa, renderla originale nel tema e nella decorazione.

Che sia un battesimo, un baby shower o un compleanno, sarà sufficiente inviarmi una foto del luogo in cui farete il vostro party e io vi guiderò negli acquisti, nella scelta del tema, nell'abbinamento dei colori e nell'esposizione dello sweet table.
Non solo, compreso nel servizio di consulenza ci sarà anche un banner di carta personalizzato nel nome e nel colore, uno dei miei cake topper per decorare la vostra torta e un buono da spendere nel negozio Decochic, che vi ricordo essere uno dei negozi on line più fornito per quanto riguarda prodotti per le feste e complementi d'arredo.




Per scoprire i dettagli sarà sufficiente mandarmi una mail,
e prima di salutarvi vi lascio tutti i link di Decochic, 
seguiteci,
ne vedrete delle belle!  




Lucia

giovedì 15 gennaio 2015

My Etsy Shop

Finalmente sono riuscita a dare un po' di ordine al mio negozio Etsy,
inserendo anche qualche novità.
Così oggi ho deciso di prendervi per mano e accompagnarvi a sbirciare la mia vetrina!

Potete trovare tanti, diversi e coloratissimi Cake topper per decorare le vostre torte!
Immaginate un battesimo, un baby shower, o anche un simpatico compleanno, con questi cake topper personalizzerete le vostre torte e renderete unica la vostra festa!




Nella sezione "collezione Bambina" invece trovate accessori per il momento gioco.
Bacchette magiche, corone, borsette...originali idee regalo per immergere le nostre principesse in un mondo magico fatto di glitter e fantasia!
Stiamo anche lavorando ad una "Collezione Bambino", portate pazienza, avendo due bimbe in casa, le idee ci vengono facili per il mondo femminile...




Per la Baby Room, ma in realtà anche per la vostra casa, negozio, ufficio riceviamo ordini personalizzati per creare dei Banner di stoffa o di carta, fateci sapere quali colori preferite e grazie a Whatsapp li creeremo insieme!


Nelle sezioni rimanenti invece trovate molti lavori di carta e di stoffa:
biglietti augurali, tag per i vostri pacchetti, scatole porta messaggi, le mitiche copertine imbustate, le lavette e i nostri bavaglini, quelli abbinati ai portaciuccio e quelli più grandi e pratici da lasciare in borsa sempre a portata di mano per ogni evenienza. 





Non posso fare altro che lasciarvi il link diretto
QUI 
e invitarvi a dare un'occhiata al negozio di Bubbles Before Bed, dove tutte le singole creazioni sono fatte a mano e spesso su misura in linea con i vostri gusti e le vostre esigenze.

Happy Shopping!

Lucia

martedì 13 gennaio 2015

Un giorno surreale trascorso a Venezia.

Non lo faccio spesso, e credetemi, quando lo faccio non mi sento in colpa, anzi...mi rigenero e ne vorrei di più.
Ho trascorso una domenica in una delle città più belle del mondo, a braccetto con mio marito, e senza bambine.

Nessun orario da rispettare, nessun pannolino dentro allo zaino, nessuna bambina in spalla e nessun naso da soffiare ogni 60/65 secondi.
Non so quanti di voi riescano a capirmi, e sono sicura che nemmeno mio marito mi può capire al 100% in questa mia necessità, ma io ogni tanto ho proprio bisogno di dimenticarmi di essere mamma e di godermi il mio tempo.

#ziasantasubito ce le ha tenute dal sabato sera, e così ci siamo sparati un bel cinema come una coppia di morosetti ventenni, e non contenti, il giorno dopo abbiamo preso un treno che in un'ora ci ha portati in una Venezia surreale.


Pochissimi turisti e una leggera foschia. 
Atmosfera top.







Il ghetto ebraico è uno dei quartieri che più preferisco, un quartiere d'altri tempi, dove il silenzio entra pacificamente nelle orecchie e la vista si riempie di una Venezia ordinata, pulita, quasi estranea ai miei ricordi.






Abbiamo camminato, camminato, camminato... ci siamo volontariamente persi nelle calli, lontano il più possibile dai luoghi turistici.
E lo abbiamo fatto con una macchina fotografica al collo.






Ogni mamma dovrebbe avere diritto ad un momento puramente egoistico,
e non esagero se dico con cadenza mensile.








E se non avete un marito che vi accompagna il vostro momento pretendetelo ugualmente,
l'anima si rigenera,
si torna a casa con una voglia pazzesca di abbracciare i propri bambini!

Lucia