lunedì 25 gennaio 2016

La scuola e Petit Fernand

Siamo in un periodo in cui la parola OPEN DAY sta uscendo dalla nostra bocca ogni...più o meno...
14 minuti.
La decisione per la futura iscrizione della Pippi alla scuola elementare non è un gioco da ragazzi.
E' una scelta che influenza i nostri prossimi 5 anni,
è una scelta che le permette di mettere le basi del suo percorso scolastico,
e in una famiglia si trasforma anche in una scelta logistica...
quanto dista la scuola? che orari fa? tempo pieno? mensa? interna o esterna? personale didattico?

Tutte le scuole della zona hanno deciso di aprire le porte per una giornata di visita per noi genitori con bambini al seguito...
Premetto e ammetto che avere la responsabilità di scegliere per il futuro scolastico della mia bambina mi rende abbastanza ansiosa.
Mi guardo dal di fuori e penso che sono una vera rompiballe:
mi ritrovo ad esaminare la struttura, i soffitti, le classi, i banchi, i bagni....
ed esco sempre convinta che forse, se le scuole si potessero visitare senza preavviso, avremmo un'idea più vera di quello che è realmente.
Poi guardo la Pippi, e cerco le sue reazioni: le piace? emozioni positive o negative?

Detto ciò, la domanda che so essere la più importante al fine di fare la scelta giusta è:
chi sarà la sua insegnante?
La risposta purtroppo arriva sempre a giochi fatti, così durante gli open day mi ritrovo a fare una radiografia preventiva e assolutamente ridicola a tutte le insegnanti che incontro nel corridoio, con la speranza di poter trovare quella che farebbe proprio al caso della Pippi.

Cerco di trovare l'empatia, guardo come si vestono..è amorevole? sorride?
Cerco di immaginarmela alle prese con una ventina di bambini abituati ai ritmi d'asilo, le parlo, e se sbaglia un congiuntivo la metto nella lista nera.
Maestre all'ascolto portate pazienza,
ma l'idea di dover scegliere se affidarvi o meno 40 ore settimanali della mia bambina mi trasforma in una precisetti rompiballe.
non è tanto per le 40 ore, ma per gli anni in cui dovrete dedicarvi,
la loro crescita, le loro paure, i loro successi...

Ho fatto la stessa cosa anche quando l'ho iscritta alla scuola materna,
ricordo di aver spiato da lontano anche la scrivania della direttrice, in cerca di un qualsiasi indizio che potesse farmi capire di lasciarla in mani sicure.
Sembro una pazza, posso capirlo, ma non ditemi che per voi è facile e spontaneo.
O meglio, se lo è ditemi come fate.

D'altrocanto la Pippi ha capito che cambierà scuola, e molto probabilmente si troverà circondata di nuovi amichetti, il fatto la emoziona, ma a volte va un po' in crisi...
così, siccome non siamo ancora attrezzate con astucci, diari e quaderni, ogni tanto compriamo qualcosa che ci piace!

La cosa più intelligente acquistata fino ad ora sono le etichette adesive personalizzabili della Petit Fernand!








Acquistarle è facilissimo,
potete scegliere il colore, il font, il soggetto, 1 rigo, 4 righi...
le combinazioni possibili sono davvero tantissime, basta mettersi online e divertirsi con le anteprime, ci sono diversi sfondi nuovi che trovo irresistibili!









Non solo ho comprato le etichette adesive per la scuola, ma anche quelle termo adesive per i vestiti, al momento le utilizzo per marchiare i vestiti dell'asilo, questo mi permette di ritrovare i grembiuli che altrimenti avrei già perso 10 100 1000 volte!



Non solo,
avete presente quando vi trovate in mezzo a tanta gente e avete paura di perdere di vista il vostro bambino?
A me stava per succedere, e così dal quel giorno dentro alla tasca interna della loro giacca ho attaccato delle etichette della Petit Fernand con il loro cognome e i nostri numeri di cellulare.
Loro sanno che nell'emergenza devono entrare in un negozio, rivolgersi ad un cassiere e mostrare l'etichetta.



Insomma, il mondo della Petit Fernand è davvero colorato, spiritoso e utile,
tanto che in collaborazione con il marchio abbiamo deciso di lanciare un contest per darvi l'opportunità di vincere un buono di 30€ per acquistare le etichette adesive nella fantasia che preferite!

Adesso vi spiego come:

Titolo del contest
Il carnevale e il tuo bambino

-Segui i profili Instagram o le pagine Facebook di Bubbles Before Bed e Petit Fernand
-Posta una foto che rappresenti il carnevale del tuo bambino,
avrai tempo fino al 31 Gennaio ore 00.00 per vincere un buono di 30€ da utilizzare nel sito di Petit Fernand.
-Ricorda di utilizzare l’hashtag: #carnevalepetitfernand #carnevalebbb.
-Non dimenticare di avere il profilo pubblico.
-Insieme a Petit Fernand sceglieremo la foto più allegra, scherzosa, divertente e colorata che più ci colpirà.
Comunicheremo il vincitore il 1 Febbraio 2016.


Divertitevi a scattare tante foto,
il Carnevale di quest'anno potrebbe portarvi un premio davvero utile! 





Lucia


lunedì 18 gennaio 2016

DIY: Distributore di Caramelle

Ho bisogno di colore questo Lunedì,
...lo so, è un po' presto per assaporare aria di primavera,
ma l'idea è carina e la colorterapia sembra funzionare, aggiungici anche le rotelle di liquirizia et voilà,
l'umore va alle stelle!


Ingredienti:


vaso di vetro a sfera
biglia di legno
matita con gommina
pennello
colla a caldo

Coprite il vostro piano di lavoro per non rischiare di rovinarlo.
Iniziate a dipingere il vaso e il sottovaso.

 


Una volta completamente asciutti immergete la punta della gommina che trovate sulla capocchia della matita e iniziate a timbrare piccoli pois in modalità random, lasciate asciugare.
Vi consiglio sempre di provare prima su un pezzo di carta per vedere se vi piace l'effetto del piccolo pois!


Dipingete la biglia del colore che preferite, e con la colla a caldo attaccatela al centro del vostro sottovaso.
Avete appena finito di realizzare il coperchio del vostro distributore di caramelle.


Il vostro vaso ora sarà asciutto, appoggiatelo sul vostro piano di lavoro dalla parte storta, e sempre con una giusta dose di colla a caldo attaccate la sfera di vetro al fondo.



Riempitelo di caramelle e chiudete l'apertura con il coperchio del vostro distributore di caramelle!


...non è simpatico?
Potrebbe essere un'idea carina per decorare uno sweet table!
Inoltre non è necessario riempirlo di caramelle, potrebbe essere pieno di bigliettini che racchiudono pensieri felici o buoni propositi!




Buona settimana!
Lucia

venerdì 1 gennaio 2016

Calendario di Gennaio

Oggi lascio spazio al silenzio,
dovrei augurarvi uno splendido 2016, e una parte di me ve lo augura di cuore!
Però lo sconforto è davvero tanto che non riesco a trovare le parole giuste né per fare finta di niente, né per cercare di spiegare.
Ho scritto e cancellato pensieri ed emozioni milioni di volte e alla fine ho deciso di rinchiuderli dentro di me. 
Perdonate il mio sterile post,
mi prendo ancora qualche giorno e poi reagisco.



Vi lascio i calendari del mese di Gennaio, sempre nelle due versioni, desktop e free printable.









These .jpg files are free for a personal use.
If  you like my work do not distribute it directly on your site/blog but directs your readers to this post.
Thank you
*
Questi file in .jpg sono gratuiti per uso personale.
Se ami il mio lavoro non distribuirlo direttamente sul tuo sito/blog ma rimanda i tuoi lettori a questo post.

Lucia