mercoledì 7 novembre 2018

Brabantia e un nuovo punto di vista

Ci sono dei momenti della giornata in cui uso il verbo dovere più e più volte.
Mi sveglio tutte le mattine alle 6,30 e come metto il piede giù dal letto i miei primi pensieri vanno immediatamente all'organizzazione giornaliera.
Spesso e volentieri, prima ancora di iniziare la colazione e dare il buongiorno a Ragù, ho già fatto partire una lavatrice.

Devo fare una lavatrice, devo stendere, devo lavare i bagni, devo cambiare le lenzuola, devo fare la spesa, devo pensare alla cena...devo-devo-devo!!!!!
In verità sento di non poterne fare a meno, perché comunque io non riesco a vivere nel disordine...il problema è che forse troppo spesso tolgo tempo ai miei piaceri pur di avere il pavimento pulito ogni giorno!

Quando mi è arrivato il pacco di Brabantia per un attimo ho pensato a quelle pubblicità degli elettrodomestici degli anni '60, in cui la moglie premurosa e/o la mamma apprensiva e/o la donna con la gonna sorride a più non posso mentre passa l'aspirapolvere e il marito in carriera legge il giornale fumando la pipa seduto comodamente sulla poltrona del salotto.
Ecco, io per un secondo mi sono vista felice con l'appendiabiti Linn di design (che è davvero-davvero bello), ma porca paletta la gioia è durata poco perché non ho potuto fare a meno di ripercorrere mentalmente la mia lista di doveri casalinghi, che sento come un obbligo e non mi emozionano per niente!

Stare con le bambine è un dovere che mi emoziona, il mio lavoro mi emoziona, fare un viaggio mi da adrenalina, guardare un gran bel film mi fa stare sulle spine, iniziare a tessere un nuovo arazzo mi fa volare con la mente!!! Lavare, stirare, cucinare decisamente meno...

Ammetto di aver montato l'appendiabiti-organizer Linn di Brabantia con un pò di orgoglio perché quando le aziende mi contattano per una sponsorizzazione sono sempre felice, vuol dire che il tempo e gli sforzi che faccio per Bubbles Before Bed non sono vani, ma contemporaneamente ho temuto di sentirmi come quella signora bionda degli anni '60.


Così, ho guardato il mio stendino nero di design moderno ed elegante, ho appeso le grucce (geniali-sono quelle che ti permettono di infilare la t-shirt dalla scollatura), ho preso in mano il cesto in tessuto pieghevole e...
DLIN! Mi è venuta subito un'idea!!!

Come ogni creativa che si rispetti, lo studio solitamente è spesso in disordine.
Il mio è un vero caos.
Quando inizio a tessere parto con un colore, ma nelle ore successive ho sparso gomitoli colorati pressoché ovunque, soprattutto sul pavimento o su qualsiasi cm di spazio libero.
Così ho pensato che questo meraviglioso organizer-appendiabiti Linn di Brabantia non solo fosse bello da vedere, ma potesse tornarmi anche utile per appendere i miei arazzi.






Non potete capire la gioia di vederli appesi e non più ammassati sullo schienale di una sedia, di avere la lana o gli attrezzi per tessere in un gran bel cesto leggero e pieghevole; ho dato un ordine usando anche delle piccole scatole colorate dove raccolgo gli avanzi di lana e ho messo in vista dei libri che adoro, quando invece prima erano sommersi dalla lana.
Adesso è tutto visivamente armonico.



I ripiani dello stendino si possono regolare in altezza, le barre sono in bambù, potete acquistarlo in due misure e due colori: bianco e nero.
La linea essenziale del disegno permette all'appendiabiti Linn di abbinarsi ad ogni ambiente, tanto che se dovessi averne bisogno, e vista la facilità con cui si può spostare lo potrei utilizzare anche per appendere le giacche in entrata o asciugare gli abiti freschi di bucato!




...e voi come ve la cavate con la lista dei doveri?
Avete mai pensato di stilare una lista di cose che invece NON DOVETE FARE?!?
Io per esempio ho iniziato a vedere le cose da altri punti di vista (ecco da dove arriva la mia domanda!),  quando a scuola le mie bimbe devono colorare dentro ai confini e non sempre lo fanno, bhè sorrido sotto i baffi e penso che forse iniziare a vedere il mondo da altre prospettive può essere più utile o creativo! Anche se così piccine!

mi piacerebbe leggere le vostre risposte...potrei imparare qualcosa di nuovo!
Lucia